Preparati per dolci: risparmia tempo con risultati perfetti 

Perché i preparati per dolci sono la scelta ideale per i ristoratori

I dolci spesso hanno un ruolo complementare nel menù di un ristorante ma può avere diverse finalità e benefici da tenere in considerazione. Alcuni esempi? Il 43% dei commensali ordina spesso il dolce mentre al 46% piace sperimentare nuove proposte. Per il 41% dei clienti il dolce influisce sulla valutazione finale. Il dessert è inoltre una delle portate più fotografate e postate online ed è una delle portate che offre maggior margine: ad esempio per una panna cotta con un food cost di circa 0,50 centesimi puoi ricavare almeno 5,50 euro. Abbiamo scritto un articolo a riguardo: “Come calcolare e abbassare il food cost

In questo articolo vediamo 5 modi per vendere più dolci nel tuo ristorante e ricavarne un ampio margine.

1. Cura il menù

Il 60% delle persone decide di prendere il dolce in base alla presentazione del menù. Quello che certamente aiuta è avere poche proposte ma ben formulate. L’impaginazione più è pulita e ordinata più riuscirà ad attirare l’attenzione sui dessert.

Ci sono due tipologie di clienti: quelli a cui piace sbirciare fin dal primo momento le proposte di dolci e quelli che vengono maggiormente tentati alla fine del pasto. Per entrambi i casi, ti consigliamo di aggiungere le proposte di dolci nel menù principale ma anche presentare una carta dei dolci separata dal menù a fine servizio. L’attenzione sarà così focalizzata sul prodotto che vuoi vendere. 

Ultimo consiglio è di tenere sempre un dolce fuori menù per poter seguire quello che viene definita la micro stagionalità e dare una maggior percezione di “fatto in casa”

2. Offri una proposta di dolci personalizzata e ben presentata

I dolci più venduti sono sempre gli stessi: tiramisù, panna cotta, tortino al cioccolato e sorbetto. A circa il 50% dei clienti che sono soliti ad ordinare il dessert però piace cambiare. Il nostro suggerimento è quindi di iniziare a creare delle proposte alternative seguendo per esempio la stagionalità. La panna cotta puoi tenerla sempre nel menù e semplicemente modificare il topping o il flavour che utilizzi personalizzandola in base al periodo dell’anno

Inoltre per rendere interessante l’impiattamento di un dolce si può giocare con forme, consistenze e colore. Potresti pensare di fare una panna cotta a forma di limone oppure creare vere e proprie scene utilizzando i diversi ingredienti come materiale di costruzione. Più il dessert è ben impiattato con originalità e accuratezza, più il costo potrà aumentare permettendoti di ricavarne un margine più alto. 

3. Proponi delle opzioni di dessert per tutti

Sempre più sono le richieste di alimenti liberi da determinati ingredienti legati ad intolleranze, allergie o semplicemente da una scelta personale. Le più comuni sono: senza glutine, senza lattosio, proposte vegane e anche a basso contenuto glicemico o calorico

I ristoranti che già soddisfano queste particolarità stanno avendo un buon passa parola, anche perché sono pochi i locali con ottime proposte ‘free from’.

4. L’importanza delle monoporzioni o dei mini assaggi

Uno dei consigli dell’ Executive Chef di Unilever Food Solutions Italia, Giuseppe Buscicchio, è di creare porzioni di dolci sia grandi che monoporzioni più piccole. Queste ultime consentono di offrire il dessert anche a chi non vuole una porzione intera e in questa maniera riusciresti a far provare, anche con solo poche cucchiaiate, il tuo dolce che potrà conquistare il cliente e aumentare un futura domanda. Qualche volta potresti offrire anche un mini assaggio, soprattutto per i nuovi dolci, il quale non impatterà sul tuo margine, perché il valore del suo food cost si aggira sui 5 centesimi.

Un’altra idea è proporre a fine pasto un caffè gourmet abbinato ad un piccolo dolce che possa essere presente nel menù per chi vuole giusto un assaggio di un dolce per accompagnare il caffè. 

5. Preparati per dolci: la scelta ideale per risparmiare tempo in cucina

I preparati Carte D’Or sono l’occasione per abbassare i costi di produzione, dedicarsi alla personalizzazione e alla presentazione creativa.  Inoltre, se non si ha un pasticcere professionista o un fornitore di dolci già pronti che hanno però un costo maggiore, i preparati per dolci rendono la gestione dell’offerta dei dolci più semplice e veloce.

I semilavorati Carte D’ Or, sono ingredienti  che si possono personalizzare rendendo il dolce una proposta che può essere presentata in menù come “fatto da noi”.

Uno dei vantaggi dei preparati per dolci è anche la stabilità del prodotto finale. La conservazione con i preparati è più lunga: ad esempio  la panna cotta ha una durata di 6 ore prestandosi bene per delivery o servizi catering. Ovviamente questo dipende anche da quali altri ingredienti si vuole aggiungere, un latte fresco avrà una shelf life inferiore rispetto a quello UHT. Inoltre non esistono mezze misure di grammatura del prodotto confezionato così da rendere la preparazione ancora più veloce e semplice. Altro vantaggio dei preparati Carte d’Or è che molti di loro sono senza glutine

Preparati per dolci. Quali sono i più venduti del momento

La gamma Carte D’Or presenta una vasta proposta di basi, sia neutre che già aromatizzate. In entrambi i casi i semilavorati possono essere personalizzati e impiattati a proprio piacimento per creare ottime proposte di dolci veloci e semplici da fare anche senza il pasticcere professionista.

Panna cotta

Nella gamma Carte D’Or troviamo il preparato per panna cotta, una soluzione una soluzione pratica veloce nell’utilizzo e nella personalizzazione che può essere fatta per infusione, per sostituzione totale o parziale della parte di latte con un altro liquido (anche vegetale).

dolci

Base neutra sorbetto

Questo semilavorato Carte d’Or per sorbetti può essere personalizzato con qualsiasi tipo di liquido come:acqua, latte, latte di mandorla, succhi di frutta, centrifugati, coulis, polpa di frutta ecc. Se vuoi saperne di più su come personalizzare il tuo sorbetto leggi: “I 7 trend della Ristorazione 2023”.

unilever

Base Neutra Mille Torte

La base neutra mille torte Carte d’Or può essere usata per creare diverse tipologie di torte. Durante la montatura si possono aggiungere aromi e ingredienti a propria scelta. Inoltre questo prodotto è senza glutine, ti permette quindi di semplificare le azioni in cucina. 

Base neutra croccante

La base neutra croccante Carte D’Or è perfetta per preparare croccanti, praline, barrette, torroni e se frullata anche crumble. È un ottima soluzione per abbattere il food waste: è possibile utilizzare i muesli, i semi o le granelle avanzate da altre preparazioni.

Si cuoce in forno a 200°C per circa 9 minuti (la temperatura e il tempo necessari possono variare secondo lo spessore del prodotto e il tipo di forno). Una volta cotto e ancora caldo, il croccante può essere modellato a piacere.

unilever

Base neutra gelatina

La base neutra gelatina Carte D’or è un prodotto più tecnico: gelifica acidi e alcoli senza problemi (cosa che non fa la colla di pesce). È dunque un ottimo sostituto alla colla di pesce poiché anche più veloce e semplice nel suo utilizzo. Scopri le linee easy e professional Carte D’Or per proposte di dolci facili, innovativi e personalizzabili. 

Sei un ristoratore e vuoi digitalizzare i tuoi ordini?

Presenta Deliveristo, il software di gestione ordini più avanzato, ai tuoi fornitori

Scritto da Asia Biafora

31 Ott, 2023

Articoli recenti

Sostenibilità: un ristorante dovrebbe davvero pensarci?

Sostenibilità: un ristorante dovrebbe davvero pensarci?

In questo articolo vedremo come mai la sostenibilità ambientale sta diventando sempre più rilevante anche nel settore horeca. A seguito di un interesse crescente stanno nascendo sempre più strumenti e riconoscimenti di sostenibilità a livello nazionale e...

La ristorazione contro lo spreco alimentare

La ristorazione contro lo spreco alimentare

Quasi un terzo del cibo, prodotto per il consumo umano, viene sprecato a livello globale (circa 2,5 miliardi di tonnellate all'anno) generando un alto spreco alimentare.  Solo nei paesi europei ogni anno vengono generati 88 milioni di tonnellate di rifiuti...

5 azioni per rendere il tuo ristorante più sostenibile

5 azioni per rendere il tuo ristorante più sostenibile

Perché la sostenibilità è importante e quale valore aggiunto porta al tuo locale? Il problema del cambiamento climatico e dello sfruttamento eccessivo delle risorse limitate sta aumentando il bisogno di attuare delle modifiche nelle aziende portando all’ottimizzazione...

È la fine dei menù degustazione?

È la fine dei menù degustazione?

Parliamo di tasting menu: quando funziona, quali sono le cose a cui fare attenzione e come sarà il suo futuro "Sarà la fine del cucinare con le pinzette?" twitta Cathy Erway, Food Writer internazionale, alla notizia della chiusura di uno dei grandi nomi della...

Stress e ansia in cucina: cosa sono e come affrontarli

Stress e ansia in cucina: cosa sono e come affrontarli

Quando si lavora a contatto con il pubblico, soprattutto in un ambito come quello della ristorazione, non sempre è facile sostenere e gestire le dinamiche interpersonali e intrapersonali come lo stress e l'ansia.   D’altronde, la gestione di un ristorante è molto...

Chilometro zero? Come valorizzarlo nel menù

Chilometro zero? Come valorizzarlo nel menù

Valorizzare il chilometro zero Chilometro zero e i suoi vantaggi Proviamo col chilometro vero Un cliente felice è un cliente che ritorna I fornitori intorno a me Valorizzare il chilometro zero Non esiste una scienza esatta per determinarne una perfetta riuscita....

Frollatura del pesce: cosa sapere

Frollatura del pesce: cosa sapere

La frollatura del pesce: tutto quello che c'è da sapere Scopri di più sulla frollatura del pesce: Significato della frollatura del pesce Il pesce fresco è sempre meglio? Perché si frolla il pesce? Come fare la frollatura del pesce Come scegliere il frigorifero per...

Impact Food: intervista ad Alessandro Thellung De Courtelaty

Impact Food: intervista ad Alessandro Thellung De Courtelaty

Abbiamo avuto l'opportunità di parlare con Alessandro Thellung De Courtelaty di Impact Food di Roma, un ristorante innovativo che sta rivoluzionando il settore horeca con la sua offerta di prodotti plant-based. L'azienda è nata dal desiderio di offrire un'alternativa...

Articoli correlati

Deliveristo blog logo footer

Il mercato dei fornitori per la ristorazione

+39 348 590 3632

Seguici su

Copyright 2023 Deliveristo S.p.A. – P.IVA: 10005280960 – Via Giuseppe Mazzini, 9, 20123 Milano, Italia