Le foglie di piantaggine si consumano crude le piccole e giovani, mentre invece cotte quelle più grandi. Sono ottime perché ricordano nel gusto, il fungo porcino fresco. La piantaggine può essere inserita nei minestroni arricchendoli di un gusto nuovo, oppure come ripieno per dei gustosi ravioli. Un ottimo piatto potrebbe essere un risotto alla piantaggine che ricorda nel gusto il risotto ai funghi.